Strategie operative

Presupposto fondamentale della nostra strategia operativa, nel rispetto della privacy, è la personalizzazione ed umanizzazione del rapporto con l’utente.

Riabilitare le persone con disagio psichico, reinserirle nella collettività, ridare loro la dignità personale e sociale, come già detto, è il nostro obiettivo fondamentale.

Il gruppo di lavoro in comunità è oggi multiprofessionale.

In una prospettiva pluridisciplinare ci muoviamo, pertanto, nell’ottica di un approccio integrato, intravedendo in tale modalità operativa la possibilità di considerare l’individuo nella sua complessità.

In tal senso, grande rilievo è dato ad una valutazione che possa esaminare compiutamente, gli aspetti clinici, terapeutici, riabilitativi, socio-psicopedagogici, familiari ed ambientali.

Strumento privilegiato del lavoro d’équipe, in conformità con il PTI del MDSM inviante, è la formulazione del Progetto Terapeutico Riabilitativo Personalizzato (PTRP).

Tali progetti, descrivono l’itinerario riabilitativo che si intende realizzare.

I progetti riabilitativi, inoltre, sono flessibili e dinamici, in relazione a particolari momenti del percorso terapeutico di ogni persona.

Alla loro stesura, ove possibile, prendono parte gli stessi utenti al fine, non solo di informarli, ma di coinvolgerli attivamente su quanto si predispone.

I progetti riabilitativi sono, altresì, verificati in itinere con l’équipe del MDSM del distretto di competenza.

Un valido apporto al percorso riabilitativo del singolo utente, è la collaborazione con le famiglie che, se opportunamente sostenute, possono diventare parte integrante della riabilitazione.

La comunità terapeutica, in sintesi, svolge essenzialmente una funzione clinico- terapeutica-riabilitativa mirando ad alleviare il disagio psichico e ad aiutare le persone a vivere meglio, favorendo tutti quei comportamenti atti a generare un senso di adeguatezza nel mondo esterno.

Mettendo a profitto le più recenti innovazioni farmacologiche l’équipe medica, al fine di salvaguardare il dato cognitivo, pur assicurando il contenimento della sintomatologia clinica, predispone per ogni utente un idoneo trattamento farmaco-terapico ai dosaggi minimi efficaci.

La Comunità provvede a garantire ogni esigenza di tipo specialistico facendo riferimento al SSN.

Ogni utente viene seguito con colloqui clinici individuali e, ove opportuno, di psicoterapia.

Nel rispetto delle sue preferenze ed attitudini, ogni utente viene, inoltre, incoraggiato a partecipare a numerose attività riabilitative.

Le attività riabilitative, variegate e molteplici, in riferimento agli specifici obiettivi da conseguire, sono realizzate dagli animatori e dai tecnici della riabilitazione e vengono supervisionate quotidianamente dai singoli componenti dell’équipe.

L’équipe, si riunisce con regolarità al fine di valutare l’andamento dei progetti terapeutici.

In tali attività, grande rilievo è dato all’utilizzo della “gruppalità” intesa quale veicolo principe per stimolare il cambiamento e la crescita dell’individuo.

Le singole attività riabilitative, pur con differenti strategie, con interventi mirati sul “gruppo” e sul “singolo in gruppo”, migliorano le capacità relazionali ed affettive, potenziano l’autostima, favoriscono il recupero delle abilità funzionali e pragmatiche.

Nostro scopo ultimo, in breve, è quello di promuovere la ristrutturazione dell’IO, favorendo la riappropriazione  delle capacità di autogestione e di un livello apprezzabile di rapporti sociali ed umani.

Le attività sono realizzate sia all’interno che fuori dalla Comunità, sfruttando le varie opportunità offerte dal territorio (cinema, teatri, ristoranti, mostre, sagre, attrezzature balneari e montane, ecc).

Nella vita di comunità riteniamo fondamentale il principio di fare “con” il paziente e non fare “al” paziente.

Un fare professionale ma caldo al tempo stesso. La partecipazione concreta dell’operatore alle attività, nel ricreare quell’atmosfera di vita quotidiana condivisa e condivisibile stimola la “crescita” della persona.

Offrirsi come modello, competente ma genuino nell’ambito di una relazione autentica, favorisce il processo di cambiamento, stimolando il paziente a riconoscersi e gestirsi in un ruolo più maturo.

 

helios-cta

 

Continua: prestazioni erogate